Come lavare i vetri in modo naturale, veloce ed efficace

Delle finestre con i vetri perfettamente limpidi, oltre a favorire l’apporto di luce in casa, conferiscono all’intero ambiente un senso di pulito e di ordine. A questo si aggiunge il fatto non trascurabile che, un vetro sporco, impolverato e con antiestetici aloni, non contribuisce certo a farvi fare bella figura con eventuali ospiti. Vi consigliamo quindi di approfittare di queste belle giornate per dilettarvi nella loro pulizia. Ma non disperate perché con qualche trucchetto i vostri vetri torneranno a risplendere in un baleno. In questa breve guida vi sveleremo come pulire i vetri in modo facile, efficace e con metodi del tutto naturali.

Come pulire i vetri delle finestre in modo naturale

Esistono tanti metodi naturali ed ecologici per la pulizia di vetri e specchi particolarmente indicati per chi soffre di allergie perché non richiedono il ricorso a componenti chimici, troppo spesso abusati. Gli alleati numero uno per la pulizia dei vostri vetri sono senza dubbio acqua e aceto, oppure acqua e sapone di Marsiglia. L’aceto ha la capacità di far brillare le superfici vetrate eliminando gli aloni mentre il sapone è un potente sgrassatore naturale. Questa miscela vi sarà particolarmente utile, ad esempio, per i vetri della cucina, dove i vapori e l’unto vanno a depositarsi sulle finestre. Se non avete voglia di preparare questo detersivo fatto in casa, in commercio esistono tanti prodotti ecologici e totalmente naturali, ma estremamente potenti. Un’altra soluzione, altrettanto valida e ugualmente ecologica, è il generatore di vapore, una macchina in grado di produrre un getto caldo dall’efficace potere pulente in grado, al tempo stesso, di igienizzare alla perfezione ogni angolo della vostra casa.

Come preparare uno sgrassatore naturale per i vetri

Un’altra valida alternativa ai classici detersivi per detergere i vostri vetri è il limone. Grazie al suo naturale potere sgrassante qualche goccia di limone farà risplendere le superfici vetrate eliminando facilmente gli aloni. Per realizzare una miscela efficace, potete seguire questo procedimento: versate 500 ml di acqua tiepida in una bottiglia dotata di comodo spruzzino, aggiungete 3 cucchiai di succo di limone, un cucchiaino di bicarbonato e, se amate il profumo intenso di pulito, aggiungete anche qualche goccia di olio essenziale al limone, una fragranza che si adatta bene ad ogni ambiente, dalla cucina alla camera da letto. Prima di cominciare la pulizia dei vetri agitate per bene il tutto e, aiutandovi con un panno, strofinate il vostro composto sulla superficie. Vi basteranno pochi minuti per vedere un risultato impeccabile.

Una ricetta semplice per preparare uno sgrassatore naturale fatto in casa

Come eliminare gli aloni dai vetri con alcool e giornale

E’ il rimedio sicuramente più conosciuto per eliminare gli aloni ma anche il più efficace in assoluto. Alcool e giornale insieme hanno un potere decisamente infallibile per eliminare facilmente gli antiestetici aloni che il sole di questi giorni vi avrà fatto certamente notare. Se non volete utilizzare l’alcool perché non ne amate l’odore o più semplicemente non lo avete in casa, potete sostituirlo con un composto di acqua e aceto dalle incredibili proprietà lucidanti. Versate in uno spruzzino, in parti uguali, acqua e aceto bianco, poi spruzzate in abbondanza sulla parte da trattare. Dopo qualche secondo passate un foglio di giornale fino a rimuovere quasi per intero il liquido presente. Se necessario ripetete l’operazione e infine passate un panno in cotone o in microfibra.

Consigli utili per lavare i vetri

Sono molti i consigli che possono tornare utili per poter ottenere una pulizia efficace dei vetri di casa e non riguardano solo gli strumenti di lavoro, ma anche il metodo di azione con cui si agisce.

– Quando pulire i vetri? I vetri vanno puliti e lavati quando non sono caldi, cioè quando il sole non li irradia. Il calore, infatti, farà evaporare prima i principi attivi degli appositi detergenti (ad esempio l’alcool) i quali risulteranno molto meno efficaci e formeranno degli aloni difficilmente eliminabili. Con un vetro ”in ombra” si eliminerà alla radice questo problema.

– Quali panni bisogna utilizzare? Non dovete mai impiegare un panno che perda pelucchi. Meglio acquistare uno straccio apposito per vetri, realizzato in microfibra oppure in puro cotone, di qualità.

Come asciugare i vetri? Una volta che avete lavato il vetro procedete all’asciugatura entro pochi secondi, con un panno asciutto e pulito. Se la superficie vetrata è molto sporca e avete dovuto aumentare la dose di detersivo passando poi una spugna imbevuta di acqua per il risciacquo, servitevi di un tergivetro con lama gommata procedendo dall’alto verso il basso. Servirà a togliere più residui in minor tempo e faciliterà l’asciugatura dei vetri. Infine passate uno straccio perfettamente asciutto per lucidare la superficie ed eliminare eventuali residui rimasti.

– Conviene prima spolverare i vetri? Molte persone saltano questa fase procedendo direttamente con il lavaggio. Nulla di più sbagliato, poiché la polvere, se non eliminata, si mescolerà al detergente, diffondendosi sul vetro e opacizzando la superficie.

– Conviene lasciar agire il detergente per qualche minuto sui vetri? Assolutamente no perché rischiate di lasciare segni sul vetro quando il detergente evapora.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *