Come arredare un balcone stretto e lungo

Quando ci si trova a dover arredare un piccolo balcone, l’inventiva viene messa a dura prova. La situazione potrebbe precipitare se il terrazzo oltre che di modeste dimensione, è anche lungo e stretto. In questi casi in preda allo sconforto, potreste decidere di lasciar perdere. Ma non scoraggiatevi! Alla fine non è una mission impossible! Vi basterà solo un metro, qualche buona idea e tanta pazienza.

Regola numero uno: dividere gli spazi!

Vi suggeriamo di creare delle zone ben precise ognuna con una funzione specifica. In questo modo potrete concentrarvi sull’arredamento solo di quella parte, prima di procedere con il resto. Ad esempio il primo tratto del balcone lo potete utilizzare come zona living, mettendo un tavolino con delle sedie. Nella zona successiva potete piazzare un armadietto o un mobile; l’ultimo angolo il più lontano, invece diventerà la zona relax dove mettere una poltroncina da esterno. Così facendo potrete sfruttare al meglio lo spazio e avere un terrazzino arredato in modo ordinato e funzionale.

Suggerimenti e consigli per dividere in modo funzionale e pratico un balcone stretto e lungo

Metro alla mano, scegliete gli arredi della giusta forma

Un bel metro è indispensabile per arredare un balcone stretto e lungo che non lascia margini d’errore. Vi accorgerete ben presto che ogni centimetro è importante, ma nello stesso tempo vi renderete conto come in commercio esistono molti mobili alti e stretti che risolvono un sacco di problemi. Ad esempio nella scelta di un tavolo capirete subito come una forma quadrata sia del tutto inappropriata; invece un tavolino rettangolare e stretto magari appoggiato alla parete, è senza dubbio più funzionale. Potreste anche sfruttare il parapetto per appendere con dei ganci una specie di bancone, utilizzando degli sgabelli o una cassapanca con dei cuscini, al posto delle sedie. La cassapanca è un particolare dell’arredamento da non sottovalutare, vista anche la possibilità di utilizzarla come contenitore porta oggetti. Insomma come vedete con un po’ di fantasia e qualche idea brillante, le soluzioni si trovano.

L’altezza: un alleato da sfruttare per arredare un balcone stretto e lungo

Con balconi lunghi e stretti le altezze sono da sfruttare in ogni centimetro disponibile. Mobili stretti e alti e scaffalature sono scelte obbligate per garantirvi funzionalità, lasciando il necessario spazio per potervi muovere. Non dimenticate di salvaguardare la vostra privacy da occhi indiscreti. Nel caso ce ne fosse bisogno, la ringhiera può essere un ottimo sostegno per fioriere da balcone o piante rampicanti che non comprometteranno lo spazio ma miglioreranno di gran lunga l’atmosfera.

Le fioriere sono una soluzione ideale per arredare un balcone stretto e lungo creando la giusta privacy

Non trascurate l’illuminazione

Finalmente c’è qualcosa di positivo nell’avere un balcone lungo e stretto! Vi basterà infatti un solo punto luce per illuminare tutto l’ambiente. L’unica cosa che dovrete fare è scegliere la posizione migliore. Normalmente si cerca di mettere la luce in zona living, vicino alla porta d’ingresso o nei pressi del tavolino. Non c’è una posizione perfetta o migliore, serve solo fare delle prove. In commercio esistono molte luci senza fili per esterno che funzionano a batteria e sono dotate anche di sensori di movimento e crepuscolari. I più romantici invece possono ricorrere alle tradizionali lanterne con le candele.

Come illuminare un balcone stretto e lungo

Alla fine con un pò di pazienza si possono ottenere risultati veramente sorprendenti, riuscendo finalmente a sfruttare uno spazio che, fino a poco tempo prima, era considerato una zona utile giusto per stendere i panni, mettere qualche vaso con fiori da balcone o far crescere le piante di pomodori. Finalmente avrete il vostro angolo di paradiso, un luogo dove potervi rilassare nelle belle serate d’estate.

E se volete dare uno stile ben preciso al vostro outdoor potete leggere il nostro articolo su come arredare gli spazi esterni in stile mediterraneo. Lo trovate qui.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *