I toni della terra conferiscono un’atmosfera intima e rilassante all’ambiente domestico e donano un tocco elegante e raffinato. Il beige e il grigio sono colori universali e senza tempo, difficilmente soggetti al passare della moda e sono adatti a ogni stile d’arredo. Tuttavia vanno usati con giudizio perché l’eccesso di uno o dell’ altro alla lunga può stancare. Siete curiosi di scoprire come arredare gli interni con il grigio e il beige? Ecco le quattro ricette vincenti.

Beige protagonista
Il beige può essere utilizzato in tutti gli ambienti come colore base per le pareti, il pavimento, i mobili o addirittura per i serramenti. Deve però essere combinato con altri colori come ad esempio il marrone o con tonalità più neutre come il grigio o il bianco. La prima soluzione molto in voga consiste nell’ abbinare le pareti di un beige molto chiaro al parquet in abete o rovere naturale per ottenere un effetto a 360°. Un ambiente di questo tipo può essere la cornice perfetta per un bel tappeto color cenere o arredi bi-colore in noce scuro ed elementi bianchi, come ad esempio una lampada da terra con abatjour panna o un tavolino con top color latte. Per finire non possono mancare le finestre con finiture ivory o rovere sbiancato e le tende color panna oppure in lino di un grigio molto chiaro.

colore beige nelle pareti

Grigio carbone per gli interni con grande personalità
Il grigio antracite, sinonimo di classe ed eleganza per eccellenza, è ottimo come tonalità di sfondo o come accenti di colore qua e la. Le ultime tendenze lo vedono come protagonista delle pareti nella sua sfumatura grigio carbone opaco, abbinato al parquet in legno naturale e bilanciato con i complementi d’arredo total white. Dovete però saper dosare bene un colore cosi scuro negli ambienti piccoli perché potrebbero diventare molto bui. In stanze di modeste dimensioni dedicate al “black grey” una sola parete che farà da sfondo alla vasca o al divano bianco latte. Il grigio scuro può essere anche utilizzato solo come colore per alcuni complementi d’ arredo.

pareti in grigio scuro

Cinquanta sfumature di grigio
Un accostamento classico che non passa mai di moda, prevede di abbinare due diverse tonalità di grigio. Arredare con il grigio non significa limitarsi a tinteggiare qualche parete con questo colore ma giocare con questa nuance anche nella scelta degli arredi. Per esempio potete tingere di grigio argento le pareti del salotto e rivestire il divano con un tessuto di due tonalità più scuro o più chiaro. Sopra il sofà posizionate dei cuscini in varie sfumature di questo colore. L’ambiente grey si sposerà perfettamente con tinte vivaci come il blu, il rosso, l’arancione e il giallo, che potete utilizzare a piccole dosi per esempio per i bottoni della poltrona o i vasi per arredare le mensole. Un tocco fashion in una casa dipinta con la palette dei grigi sono i dettagli in antracite a contrasto, come ad esempio le gambe delle sedie, le fodere dei cuscini o le finestre.

cinquanta sfumature di grigio

Uno specchio dell’altro
L’ultima tendenza consiste nell’abbinare il grigio tendente al beige e il beige con una punta di grigio. Per raggiungere l’equilibrio perfetto dovrete saper dosare con maestria i colori. Non potete sgarrare. Vi consigliamo di tingere le pareti color cenere accostando i mobili bianchi in stile shabby chic che lasciano intravedere il legno sotto la vernice. In alternativa date un aspetto “invecchiato” alle pareti di colore bianco e scegliete il parquet in rovere naturale dall’effetto sbiadito oppure del marmo con sfumature beige e grigio. Per mantenere l’equilibrio potete abbinare i serramenti della serie lineaNATURA di Oknoplast rivestiti in vero legno di colore Matrix, caratterizzato da venature grigie e beige che si abbineranno perfettamente a questo contesto. E per finire decorate l’ambiente con qualche accessorio a contrasto come per esempio vasi bianchi o plaid color panna.

 

 

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *