Come combattere le allergie in modo naturale in casa

Circa mezzo miliardo di persone soffre di rinite allergica e almeno trecento milioni sono affetti da asma. Si tratta di un vero e proprio tsunami allergico dove, in continuo aumento, ci sono le allergie indoor, quelle all’interno delle mura domestiche e negli ambienti di lavoro. L’inquinamento indoor è la principale causa di malattie di tipo allergico, asma e disturbi della respirazione, specialmente in età infantile. Tra i fattori inquinanti rientrano alcuni dei maggiori responsabili di fenomeni di allergia respiratoria: gli acari della polvere, la forfora degli animali domestici e le muffe che si creano con l’umidità. Vediamo com’è possibile combattere le allergie con piccoli accorgimenti che devono diventare abitudini di vita.

Umidità e polvere nemici degli allergici – una corretta ventilazione

Chi soffre di allergia alla polvere è spesso colpito da bruciore agli occhi, dermatiti o addirittura soffre di asma bronchiale. Ma non ci sono solo gli acari a mettere in pericolo la salute. Le nostre abitazioni possono diventare preda anche di agenti patogeni che proliferano grazie all’umidità, alla sporcizia, a un ambiente domestico eccessivamente riscaldato. Quindi è una buona norma coprire le pentole con il coperchio mentre cucinate e far arieggiare la cucina durante e dopo la preparazione dei pasti. La mattina è necessario aprire le finestre per cambiare l’aria negli ambienti e abbassare la temperatura interna. Se decidete di cambiare i vostri vecchi serramenti assicuratevi che abbiano un sistema di ricircolo d’aria che permette di arieggiare la casa anche quando le ante sono chiuse. Tutte le finestre Oknoplast sono dotate di un sistema di microventilazione che garantisce un graduale ricambio d’aria senza la necessità di aprire le ante, con una dispersione di temperatura minima. L’apertura dell’anta di pochissimi millimetri permette di ventilare la casa senza raffreddare gli ambienti d’inverno e senza surriscaldarli d’estate. Questo sistema entra in azione movimentando semplicemente la maniglia della finestra.

Come combattere la polvere e gli acari della polvere per evitare le allergie

Tenete puliti tutti i filtri

La maggior parte delle abitazioni ormai dispone di sistemi di climatizzazione. In questi sistemi i filtri sono l’elemento che necessita di maggior attenzione: andrebbero sostituiti ciclicamente oppure puliti con acqua calda e detergente per i piatti e fatti poi asciugare accuratamente. Non ignorate le alette dello split del condizionatore perchè solitamente vi si annida una grande quantità di polvere. Anche nel filtro dell’asciugatrice si accumula uno spesso strato di polvere che crea una sorta di lanugine che va assolutamente rimossa.

Evitate le piante che diffondono il polline

Per chi soffre di allergia ai pollini è importante sapere che anche le piante d’appartamento possono diffonderli. I balconi fioriti sono splendidi, specialmente in primavera ma potrebbero costituire un problema per chi è affetto da questo disturbo. Fate attenzione ai tulipani, ai giacinti, ai narcisi, ai ciclamini, all’edera e persino alle stelle di Natale. I loro allergeni possono provocare riniti, difficoltà respiratorie e asma. Se siete allergici evitate di tenerle nell’ambiente domestico.

Per combattere le allergie bisogna evitare di entrare in contatto con piante che diffondo pollini, anche quelle piante che si tengono in casa

Aspirapolvere con i filtri HEPA

Per combattere le allergie di stagione o quella agli acari utilizzate in casa solo aspirapolveri e scope elettriche dotati di filtri HEPA: sono efficaci contro acari, peli di animali domestici, pollini e in generale contro tutte le particelle microscopiche che possono provocare allergie.

Comprate i detersivi adatti alle persone allergiche o preparateli da soli

La pulizia è uno dei rimedi contro le allergie più efficaci, tuttavia a volte i detersivi stessi possono provocare problemi. Molti detergenti industriali, infatti, non sono tollerati perché causano allergie, specialmente nei bambini. Per disinfettare bagno, pavimenti e ripiani della cucina adoperate detersivi biologici. In commercio si trovano facilmente ma potete prepararli anche in casa. Se invece non avete voglia di sperimentare andrà bene anche pulire con aceto o limone: sono ottimi disinfettanti naturali.

Pettinate spesso i vostri animali

Quando in famiglia ci sono persone che soffrono di allergie, ma anche per evitare di svilupparle, è necessario che gli ambienti siano sempre puliti e areati, specialmente se in casa vivono con voi animali domestici. É una buona abitudine spazzolarli spesso, perché gli acari trovano nel pelo del vostro cane e del vostro gatto un ambiente ideale, caldo e umido.

Per evitare o ridurre le allergie al pelo degli animali occorre spazzolarli spesso e tenerli curati e puliti

Tenete puliti i tessuti ed evitate i tappeti

La tappezzeria, i soprammobili e le tende pesanti sono nemici delle allergie. Esistono sistemi di pulizia professionali che potete adottare: strumenti che adoperano il vapore a 160° per uccidere gli acari, aspirare i residui e abbattere le micropolveri. Inoltre neutralizzano insetti, virus, batteri e muffe igienizzando e lasciando un piacevole profumo di pulito. Sono efficaci anche in presenza di tendaggi pesanti, moquette e tappeti, anche perché non utilizzano detergenti che possono causare allergie.

Scegliete le veneziane dentro il vetro

Anche le tende trattengono polvere e pollini quindi per combattere le allergie conviene evitarle. Per decorare le vostre finestre e oscurare gli ambienti esistono dei serramenti con le tende veneziane incorporate dentro la vetrocamera. Questo sistema, a differenza delle veneziane esterne, non trattiene la polvere e lo sporco sopra i listelli.

Le veneziane dentro il vetro sono una pratica soluzione per eliminare le tende e limitare la polvere in casa

Veneziana interna al vetro di Oknoplast

Tenete pulita la camera da letto

È in camera da letto che si annidano i maggiori pericoli per l’insorgenza di fenomeni allergici; si tratta infatti del luogo ideale per dare asilo ad acari e allergeni che contribuiscono a rendere il sonno difficile, costringendo chi soffre di allergia a svegliarsi in preda alla spossatezza. E si sa quanto sia duro affrontare una giornata se non si dorme bene. Gli acari si annidano in cuscini, materassi, trapunte e coperte, dove trovano un ambiente favorevole per riprodursi in quanto umidi, riparati dalla luce, con temperature non superiori ai 30°. La lotta contro gli acari è impari, tuttavia esiste qualche rimedio per rendergli la vita difficile:

  • si può cercare di arginarne la proliferazione mantenendo il livello di umidità dell’ambiente in cui si dorme intorno al 50%;
  • adoperare copri-materassi e copri-guanciali;
  • usare la scopa elettrica o l’aspirapolvere con filtro antiacari;
  • almeno una volta a settimana sarà necessario lavare lenzuola e federe a una temperatura superiore ai 60°C;
  • piumini e trapunte dovranno essere rimpiazzati dalle coperte anallergiche o di cotone.

Come pulire la camera da letto per evitare la proliferazione degli acari della polvere e limitare le allergie

Se vi interessa approfondire l’argomento “inquinamento domestico” vi consigliamo di leggere il nostro articolo “Come combattere l’inquinamento domestico“.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *