Arredare un monolocale senza rinunciare al design può sembrare un’impresa impossibile: spesso, purtroppo, nel tentativo di concentrare tutto il necessario in pochissimo spazio si finisce per penalizzare l’aspetto estetico. Se dovete arredare un monolocale, ecco alcuni semplici consigli da seguire. Ricordate: quando lo spazio a disposizione è ristretto sono proprio gli elementi di arredo a fare la differenza!

Colori chiari per le pareti e le superfici
Prima di tutto dovrete cercare di creare l’impressione di un ambiente il più possibile aperto e arioso. La scelta migliore è realizzare un open space in stile loft, riducendo al minimo la presenza di pareti. Inoltre la scelta dei colori giocherà un ruolo fondamentale: ricordate che i colori scuri tendono a far sembrare gli ambienti ancora più piccoli, mentre pareti, pavimento e mobili in colori chiari regalano una sensazione di ampiezza e ariosità. Via libera, quindi, a toni come il bianco, il crema, il tortora chiaro, i colori pastello e le sfumature più tenui del legno. Per evitare la monotonia potrete sempre aggiungere qualche tocco di vivacità giocando con i complementi d’arredo, che renderanno la stanza più giovane e allegra senza dare la sensazione di un ingombro eccessivo. Anche le tende dovranno essere di toni chiari e in tessuti leggeri, quasi impalpabili, per completare al meglio l’ambiente. Sempre per dare un’idea di maggiore ampiezza, nell’arredare un monolocale non potrete non includere grandi specchi, che rifletteranno la luce e daranno l’illusione di moltiplicare gli spazi.

I mobili salva spazio
Arredare un monolocale significa prima di tutto sbizzarrirsi con le soluzioni salva spazio. Ciò non significa, tuttavia, sacrificare il lato estetico, anzi: con qualche accortezza si può creare una casa moderna e divertente, grazie a mobili trasformabili e versatili ma al tempo stesso ricchi di stile. Tra i mobili più ingombranti c’è sicuramente il letto. Potrete eliminare questo ingombro durante il giorno scegliendo il classico divano letto oppure potete adoperare delle soluzioni salva spazio a scomparsa, come i letti a ribalta che una volta chiusi si mimetizzano perfettamente con l’armadio. Anche la scrivania e il tavolo da pranzo possono essere a scomparsa. Se amate ospitare amici a cena potete anche optare per un piccolo tavolo quadrato da allungare all’occorrenza: esistono modelli incredibilmente versatili, capaci di trasformarsi completamente. Se invece non siete soliti avere ospiti, potete eliminare del tutto il classico tavolo e mangiare direttamente su una piccola penisola della cucina, magari utilizzando dei pratici sgabelli. Anche l’intera cucina può scomparire all’occorrenza dietro a delle ante. Ricordate, infatti, che negli ambienti piccoli ogni minima traccia di disordine, come un semplice piatto nel lavandino, risulta subito amplificata: una superficie liscia darà subito una sensazione di ordine e pulizia. Un altro tipico problema dei monolocali è il contenimento. Cercate di sfruttare ogni angolo, per esempio aggiungendo mensole o scegliendo dei pouf contenitore. La parola d’ordine, come sempre, è versatilità: liberate la vostra fantasia e scegliete mobili dalla doppia funzione. Potete anche sostituire le pareti divisorie con pratiche librerie double face, che si riveleranno non solo utili ma anche belle e risulteranno più leggere alla vista rispetto a una classica parete, soprattutto se non arrivano fino al soffitto.

Sfruttate l’altezza della casa
Il vostro monolocale ha i soffitti molto alti? Allora cercate di sfruttare al massimo lo spazio in altezza costruendo un soppalco. Esistono soluzioni estremamente suggestive e originali, che daranno subito un tocco di carattere alla vostra casa. L’ideale è posizionare sul soppalco la zona notte, in modo da separarla dalla zona giorno e creare una maggiore sensazione di privacy. Può anche trattarsi di un semplice letto a castello, con la parte inferiore adibita a divano. Inoltre per ottimizzare gli spazi potete aggiungere mensole alte, perfette per riporre i libri o gli scatoloni con gli oggetti che non usate quotidianamente.

Le porte e le finestre scorrevoli
Le porte e le finestre occupano molto più spazio di quanto pensate: per poterle aprire dovete necessariamente lasciare uno spazio libero, che invece potrebbe essere sfruttato diversamente. Perché non ricorrere a infissi scorrevoli per porte e finestre? Anche la stanza più angusta, come per esempio il bagno o un disimpegno, sembrerà subito più comoda e vivibile.

Scorrevole PSK di Oknoplast

Importanza dell’illuminazione
Infine scegliete con cura i punti luce per la vostra casa, che contribuiranno a farla sembrare più ampia e luminosa. Ovviamente i lampadari sospesi sono da preferire rispetto alle lampade da terra, poiché non occupano spazio; inoltre esistono moltissimi pezzi di incredibile impatto visivo, capaci di dare carattere anche a un ambiente estremamente semplice. Un bel lampadario, quindi, costituisce un ottimo investimento per arredare un monolocale.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *