Le zanzariere sono molto utili per proteggere gli interni dall’ingresso delle zanzare e degli insetti in generale ma al tempo stesso, la fitta rete con la quale sono fatte, raccoglie e trattiene sempre tanta polvere. Ogni anno, con l’arrivo della primavera e la voglia di aprire le finestre, si presenta il problema di come poterle pulire in maniera rapida e efficace. Vediamo insieme come fare.

Come pulire le zanzariere dall’interno senza smontarle
Pulire le zanzariere dall’interno, senza smontarle, è un’operazione che può essere eseguita in modo piuttosto semplice e sicuro, senza troppa fatica. Innanzitutto evitate di utilizzare acqua, spugna e detersivo; la particolare struttura a microrete della zanzariera è decisamente nemica della schiuma, la intrappola e la trattiene e vi costringerebbe ad un risciacquo interminabile, senza la garanzia di eliminarla in maniera definitiva. Per di più, una volta asciutta, catturarebbe ancora più polvere. Munitevi di aspirapolvere, vi basterà utilizzare solo il tubo aspirante o la specifica bocchetta per le pulizie verticali. Non sarà necessario esercitare troppa pressione: bastano un paio di passate su tutta la superficie ed ecco che il grosso del lavoro sarà fatto.

Pulizie con il vapore
Una volta aspirata tutta la sporcizia, si può procedere al lavaggio vero e proprio, che igenizzerà le vostre zanzariere e le farà tornare come nuove. Il metodo migliore per farlo è utilizzare il vapore. In commercio esistono molti modelli di elettrodomestici adatti a questo scopo, a prezzi decisamente abbordabili. Il loro funzionamento è semplicissimo: si carica il serbatoio di acqua, si accende e, dopo pochi minuti, la macchina inizierà a produrre getti di vapore a 100°, direzionabili grazie ad un comodo tubo con impugnatura, dal potere pulente, igienizzante e deodorante. Il concetto di profumazione è molto importante: non tutti sanno che i cattivi odori, compresi quelli di polvere stantia, sono dati dai batteri e dagli acari. Per pulire e igenizzare le zanzariere col vapore, quindi, basta direzionare più volte il getto direttamente contro la rete: polvere, sporcizia e residui si staccheranno da soli, volando via o disgregandosi completamente. Al termine dell’operazione basterà passare un panno per assorbire i residui di vapore condensato per dare l’ultimo ritocco di pulito ed ottenere un risultato impeccabile.

Pulire le zanzariere plissettate è facile
Per pulire le zanzariere plissettate si può utilizzare lo stesso metodo descritto prima: una passata di aspirapolvere, insistendo particolarmente intorno alle pieghe, dove tende ad accumularsi più sporco, e poi procedere, anche in questo caso, con la pulizia a vapore. Ma per le zanzariere plissettate, a fine operazione, potrebbe essere necessario investire un po’ di tempo e fatica in più, per passare ogni piega con uno strofinaccio morbido, al fine di eliminare ogni minimo residuo di condensa mista a polvere, che potrebbe accumularsi o sgocciolare lasciando antiestetici aloni. Sarà comunque un’operazione molto semplice: lo sporco, sotto la potenza del vapore, si scioglie e diventa liquido, quindi basterà asciugarlo con un panno morbido.Con le zanzariere brillanti e igenizzate non vi rimane che dedicarvi alle pulizie dei vostri infissi. Se volete sapere come pulire le vostre finestre in modo efficace e duraturo potete leggere il nostro articolo Pulizia e manutenzione degli infissi.

 

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *