Avete pubblicato il vostro annuncio da mesi e non siete ancora riusciti a vendere casa? Avete ricevuto qualche richiesta ma seguita poi dal totale disinteresse? O addirittura non avete ancora avuto nessun riscontro? Non ci sono dubbi: siete caduti anche voi nel mare di annunci banali, piatti e distaccati. Mediamente un utente non dedica più di 10 secondi alla lettura di un’inserzione, per questo è fondamentale che sia quanto più chiara ed efficace possibile. Vediamo come giocarsi al meglio questi pochi ma preziosissimi istanti.

Titolo ad effetto
Il titolo è la prima chance che abbiamo per farci notare tra la lista infinita di annunci, deve quindi incuriosire ed esortare l’utente a cliccare proprio sulla vostra inserzione. Inoltre ha anche l’importante compito di aiutare le persone ad arrivare al vostro annuncio tramite il motore di ricerca. Dovete perciò inserire delle “parole chiave” che vi permetteranno di essere il più visibili possibile. Un titolo efficace dovrebbe essere strutturato con ordine, rispettando una certa logica. Bisognerà indicare per prima cosa la tipologia di immobile, specificando se si tratta di monolocale, bilocale, villetta a schiera ecc… In secondo luogo bisognerà elencare i punti di forza enfatizzati da aggettivi che coinvolgano il potenziale acquirente (es: vista mare mozzafiato, villetta indipendente immersa nella natura ecc..). Per finire non dimenticate di indicare il luogo in cui il vostro immobile è ubicato, la maggior parte delle ricerche online infatti includono questa informazione: inserire città, luogo, quartiere nel vostro titolo darà all’annuncio maggiori possibilità di essere trovato.

Descrizione efficace
I potenziali acquirenti in cerca di una casa, leggono migliaia di inserzioni ogni giorno, per questo si spaventano tutte le volte che si trovano davanti a blocchi di testo unici che risultano noiosi e di difficile lettura. Vi consigliamo quindi di dividere la descrizione in diverse sezioni (stanze, caratteristiche, servizi della zona, ecc…) a loro volta composte da elenchi puntati. Per coinvolgere il lettore emotivamente, non dimenticate di arricchire la descrizione con degli aggettivi che impreziosiscano il racconto (attenzione però a non esagerare perché potreste ottenere l’effetto contrario). Inoltre, avendo bene in mente il vostro target, indicate quali potrebbero essere i servizi/attrattive che la zona in questione ha da offrire: scuole, ospedali, supermercati, mezzi pubblici, ecc…Come per il titolo, non dimenticate di inserire i punti di forza della vostra proposta, magari in un apposito paragrafo. Per esempio, se avete appena fatto cambiare i serramenti del vostro appartamento segnalatelo e, visto che avete migliorato la classe energetica della vostra abitazione con le nuove finestre, indicatela!

Foto da copertina
Viviamo nell’era dell’immagine. Per questo motivo non potete permettevi di cadere proprio su questo fondamentale aspetto. Se non siete molto ferrati in materia e non avete intenzione di ingaggiare un fotografo professionista, fatevi aiutare da un amico o da un parente dotato di una macchina fotografica professionale o semi professionale.
Vediamo quali sono le regole, semplici ma fondamentali, per ottenere foto che lascino il segno:
Luce. L’illuminazione degli ambienti è un aspetto fondamentale per la riuscita di una foto perfetta. Scattate durante una giornata di sole con tutte le tende aperte in modo da far entrare più luce possibile.
Angolazione. Ricercate le prospettive che risaltino maggiormente le potenzialità dei vostri ambienti, tralasciando le parti meno attraenti. Cercate di non cadere nel banale scattando da altezza viso. Alzate o abbassate quindi la vostra fotocamera per ottenere angolazioni suggestive.
Ordine. Organizzate alla perfezione la disposizione del vostro arredo e magari impreziositelo con qualche accessorio che renda più interessante il vostro scatto. Fate attenzione però a non esagerare o rischierete di creare confusione
Non dimenticate di: fotografare gli esterni della casa, la vista (se merita) e inserire la planimetria della casa (come ultima immagine).
Fotoritocco. Se i vostri scatti non sono venuti come ve li eravate immaginati, non disperate, esistono in rete diversi programmi di fotoritocco gratuiti e di facile utilizzo. Con questi strumenti potrete ritagliare le foto ed eliminare dettagli che non vi interessa mostrare, aumentare la luminosità degli scatti bui e ridurre il peso/qualità dei file in modo da non appesantire eccessivamente la pagina web.

Per finire vi consigliamo di far valutare il vostro annuncio da una persona esterna prima di andare online, questo vi consentirà di avere un giudizio obiettivo e disinteressato a differenza del vostro che sarà sempre influenzato e condizionato dall’attaccamento affettivo nei confronti dalla vostra casa.
Non vi resta che mettervi all’opera e aspettare i primi contatti, buona fortuna!

Esempi di inquadrature e dettagli da fotografare

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *