Tocca a tutti, prima o poi, di decidere di comprare una casa o un appartamento. L’acquisto di solito è molto stressante perché comporta un onere finanziario significativo. Prima di comprare un’immobile dovrete verificare tante questioni legali (e non) per non pentirvi dell’acquisto o buttare via dei soldi. In quest’articolo faremo un po’ di luce sulle cose più importanti da sapere prima di comprare la casa.

Affidabilità del venditore, documenti della casa e le spese per la mediazione.
Se state comprando casa da un privato dovrete verificate che esso sia il reale proprietario dell’immobile. Se si tratta di un procuratore accertatevi che abbia una procura valida che lo abilita a vendere la casa. Un altro elemento da verificare è se il privato è in comunione di beni perché in questo caso anche il coniuge deve essere consenziente alla vendita. Se invece comprate la casa da un’impresa di costruzioni assicuratevi che non sia in stato fallimentare. Un’altra cosa da verificare è come il venditore è venuto in possesso della casa. Quindi chiedete al venditore l’atto di provenienza dell’immobile che attesta come è diventato il proprietario della casa. Siate molto prudenti se il venditore ha ricevuto l’immobile in eredita o gli è stato donano perché nel caso di successione gli eredi hanno tempo 10 anni per far valere i loro diritti di proprietà. Nel caso in cui comprate la casa da un mediatore che si occupa della sottoscrizione dell’atto, deve essere necessariamente iscritto all’Albo presso la Camera di Commercio. Il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, se la compravendita della casa è avvenuta grazie al suo intervento.

Precauzioni e tutele per chi compra una casa “sulla carta” o in costruzione.
Se l’immobile che volete comprare è ancora in costruzione dovrete assicurarvi che l’impresa costruttrice sia in possesso delle opportune autorizzazioni e della concessione edilizia, rilasciata dal comune. Se il terreno sul quale sorge la casa non è di proprietà del costruttore e questo ha solo la concessione per la superficie, allo scadere di essa, il terreno e la casa diventeranno di proprietà del comune. Tutte queste informazioni potete reperirle tramite il vostro commercialista o avvocato oppure chiedendo direttamente la visura camerale, presso la Camera di Commercio. A tutela di chi compra un immobile sulla carta, la legge impone l’obbligo a carico del costruttore di consegnarvi al momento della stipula del preliminare, una fideiussione di importo, pari alle somme che lui deve ricevere da voi per l’acquisto della casa. Inoltre, al momento del trasferimento del diritto di proprietà, il costruttore deve consegnarvi una polizza assicurativa di durata decennale, che garantisca da qualunque danno derivante da gravi difetti di costruzione, da crollo totale o parziale dell’immobile, che si manifestino dopo la stipula del contratto definitivo.

Verificate i dati catastali e ipotecari.
Prima di comprare qualsiasi immobile verificate i dati catastali e ipotecari. Di solito questo compito spetta al notaio che redige l’atto di compravendita ma prima che ciò avvenga potete consultare il sito www.agenziaentrate.gov.it che offre una serie di servizi che vi forniranno informazioni importanti su l’ immobile che volete comprare e vi permetteranno di evitare eventuali problemi e fastidi in futuro. Nella sezione “Ispezione Ipotecaria” potete verificare se l’immobile non è ipotecato. Questo servizio è a pagamento. Invece tramite una visura catastale potete controllare se l’ immobile sia effettivamente abitativo perché è capitato che i proprietari abbiano ricavato degli appartamenti da affittare negli spazi registrati come cantine, garage o soffitte. Se la casa in questione è abusiva in tutto o in parte, il rivenditore dovrebbe ottenere un condono prima che voi la compriate.

Vincoli della casa.
La casa potrebbe essere soggetta a vincoli paesaggistici, storici o altri che non vi permetteranno di eseguire la ristrutturazione e apportare modifiche visibili dall’esterno come ad esempio l’ampliamento dei fori delle finestre, l’installazione delle tende da sole, ecc. Se intendete eseguire lavori soggetti ai permessi, informatevi prima in comune sulle tempistiche di approvazione.

Verifiche prima di comprare la casa in un condominio.
Se state per comprare un appartamento in un condominio verificate se sono previsti dei lavori o a quando ammontano le spese del condominio per non avere brutte sorprese dopo l’acquisto. Chiedete all’amministratore del condominio se il proprietario dell’appartamento è in regola con il pagamento delle spese condominiali altrimenti “erediterete” il suo debito. Fatevi dare anche il regolamento condominiale per verificare se non ci siano delle regole da rispettare che si scontrano con le vostre abitudini.

Le condizioni della casa.
Informatevi sulle condizioni dell’immobile che volete comprare. Se la casa è di vecchia costruzione, dovrete sapere quando è stata ristrutturata e, se è ammobiliata, è opportuno verificare il corretto funzionamento dei mobili. Verificate la corrispondenza della pianta catastale fornita dal venditore con l’effettiva configurazione della casa.

Lo stato degli impianti e dei serramenti.
Verificate lo stato degli impianti e chiedete al proprietario le certificazioni di conformità, perché quello elettrico e idrico devono rispettare determinati parametri previsti dalla legge. Se gli impianti sono vecchi, dovrete considerare la possibilità di doverli cambiare sostenendo ulteriori spese. La dichiarazione di conformità di un impianto è rilasciata dal tecnico che l’ha installato. Acquistando una casa con vecchie ed inefficienti finestre, dovete essere pronti a cambiare i serramenti oppure a pagare salate bollette per l’energia. Nel caso di una casa con serramenti in pvc recenti assicuratevi che non siano stati prodotti da un’azienda sconosciuta per poter recepire i pezzi di ricambio nel caso di eventuali danni. Inoltre non dimenticate che gli infissi in pvc di marca aumentano il valore della casa e lo mantengono nel tempo, il che vi tornerà utile se un giorno deciderete di rivendere l’immobile.

Certificazione energetica dell’immobile.
Il proprietario dell’immobile è obbligato a consegnarvi al momento del contratto preliminare l’attestato di prestazione energetica Ape, un documento che serve a descrivere le caratteristiche termiche dell’immobile. In questo modo potrete capire quanta energia consumerà la vostra futura casa. Ricordate che più alta è la classe energetica dell’edificio, meno energia serve per riscaldarla d’inverno e rinfrescarla d’estate. Per fare un esempio una casa in classe F consuma 5 volte di più di una in classe A.

Il valore medio al metro quadro delle case nella zona d’interesse.
Informatevi sui prezzi medi al metro quadro degli immobili nella zona dove volete acquistare casa per capire qual è il vostro margine di trattativa. Potete farlo confrontano gli annunci di vendita di immobili simili tra loro. Tenete a mente che ci sono diversi elementi che influiscono sul prezzo delle case come lo stato dell’edificio, il piano, la presenza dell’ascensore ecc. Per esempio gli appartamenti al pian terreno costano fino al 20% in meno rispetto alle case situate sui piani superiori. Un attico o gli appartamenti situati agli ultimi piani, che hanno una vista panoramica indisturbata, saranno i più cari. Anche la vicinanza dei servizi come i mezzi pubblici, scuole e negozi può aumentare il valore della casa.

Se volete informarvi sulle questioni contrattuali che riguardano l’acquisto di una casa potete anche leggere il nostro articolo: Consigli del notaio per comprare la casa.

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *