Lo stile nordico conquista l’italia.

Pulito, sobrio e all’apparenza minimal, lo stile scandinavo ha conquistato le case italiane. A differenza di alcuni stili che richiedono un “total look”, quello nordico può essere “sporcato” con i dettagli dal sapore country, shabby chic o minimal. Ad esempio il minimalismo e il rigore sono predominanti nelle case svedesi, lo stile danese è più romantico, mentre i finlandesi amano il contrasto tra bianco e nero. Vediamo insieme cosa non può di certo mancare in una perfetta casa scandinava.

1. Colori.
Per via di poca luce naturale durante l’inverno le case nordiche prediligono le superfici chiare. Via libera al bianco in tutte le sue sfumature e i pastelli: beige, azzurro cielo e rosa cipria. Il colore che assolutamente non può mancare in una casa nordica è il nero, da usare per alcuni complementi e accessori come qualche per le sedie o le immancabili cornici.

colori-in-stile-scandinavo

2. Legno.
Legno è il “must have” in Scandinavia. Si trova principalmente nei complementi d’arredo e nei pavimenti. Le essenze tipiche sono la Quercia, il Noce, il Larice, il Frassino e l’immancabile Betulla, tutte nella versione opaca per dare un effetto molto naturale. Chi ha il budget più ridotto può sostituire il parquet con i più economici pannelli di legno.

materiale-stile-scandinavo

3. Luce e finestre.
Il bene più prezioso in Nord Europa è la luce! Gli scandinavi preferiscono le finestre grandi e luminose, senza le schermature interne. Se per esigenze di privacy volete mettere le tende, scegliete soluzioni leggere e semplici, realizzate con i tessuti rigorosamente chiari. Il colore più diffuso per i serramenti è il bianco. Se le vostre finestre non sono molto grandi, potete sostituirle con i modelli dai profili “slim” come Prolux e Prolux Evolution. Questi infissi grazie al profilo ribassato e la vetrocamera più grande permettono di avere fino a 22% di luce in più rispetto a una normale finestra in PVC.

soggiorno-con-prolux-oknoplast

Oknoplast Finestre Prolux e Prolux Evolution

4. Tessuti.
Devono essere naturali e grezzi. Con gli ambienti scandinavi si abbinano bene la lana, il cotone o il crochet. Le fodere dei cuscini o gli immancabili plaid possono vantare svariate forme geometriche o floreali, a patto che siano sistemati sopra a divani di tessuto liscio.

tessuti-instile-scandinavo

5. Arredamento.
Gli interni nordici non sono spogli e freddi, sono pieni di piccoli dettagli che rendono la cosa molto accogliente. Lo stile scandinavo si distingue per i mobili dalle linee semplici, poco esposti al passare delle mode.

complementi arredamento

6. Design.
Per valorizzare la casa in stile nordico non potete dimenticare alcuni pezzi di design, come ad esempio le sedie rigorosamente diverse l’una dall’altra, una poltrona dalla forma particolare o qualche lampada dall’aspetto vissuto.

7. Accessori e fiori.
Lo stile scandinavo non rinuncia agli accessori e agli elementi decorativi ma senza eccessi. L’accessorio per eccellenza sono le cornici di varie dimensioni, solitamente poggiate su una mensola o appese alla parete. La parola “chiave” è semplicità. Per “ammorbidire” questo rigore potete sbizzarrirvi con i cuscini, i plaid o i tappeti con il pelo. Il tocco finale sono le piante verdi.

design arredamento piante e fiori

 

Posted by Oknoplast

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *